Incontrarsi con le amiche is the new “campa cavallo che l’erba cresce”


Good Vibes / venerdì, Dicembre 30th, 2016

Avete presente quando sia difficile fare amicizia con le persone? Forse no, forse ho ben chiara la cosa solo io perché – diciamocelo – sono un po’ sociopatica. O asociale. O stramba. O tutte queste tre mixate insieme. Se non avete la minima idea di cosa sto dicendo, tranquilli, ve lo spiego io.


marta mancini

Tutto inizia nel periodo adolescenziale, quando i gusti, gli interessi e le passioni del singolo si confondono con quelli della massa. Alle scuole medie camminano nei corridoi i soliti jeans, le solite scarpe da ginnastica e spiccano le altrettanto banali pettinature “trasgressive”. Tre anni di interrogazioni, le prime sigarette e il motorino, fino a che qualcosa si rompe. Si formano i gruppetti che parlano di rossetti e borse Louis Vuitton (per la cronaca, non sapevo nemmeno come si scriveva e l’ho googlato adesso). Si creano capannelli davanti la macchinetta del caffè a tema PlayStation. Di lì a poco l’uniformità viene meno e tutto quello che avevi sudato per farti degli amici va a rotoli. Fatica sprecata. Devi rimboccarti le maniche e iniziare di nuovo la partita di Tetris.

Per fortuna (o sfortuna), gli anni del liceo aiutano a trovare persone affini. Le feste, la musica, il cinema sono aggregatori spontanei di ragazzi, attorno ai quali si riuniscono le paranoie e i sogni da coltivare. Nel mio caso, è qui che ho conosciuto alcune di quelle che posso definire amiche.
Il Garzanti, infatti, definisce “Amicizia”:

1. legame tra persone basato su affinità di sentimenti, schiettezza, disinteresse e reciproca stima: rapporto di amicizia; fare, stringere amicizia con qualcuno; rompere, troncare l’amicizia; amicizia interessata, che mira a un utile, non sincera | buone relazioni: l’amicizia tra due paesi, stati, nazioni | (prov.) patti chiari, amicizia lunga

2. relazione amorosa (quando non la si vuole nominare in modo esplicito)

3. (spec. pl.) persona con cui si ha un legame di amicizia: la cerchia delle amicizie | persona, specialmente influente, con cui si ha una relazione sociale e che può tornare utile: avere amicizie nella magistratura

Detto ciò, è normale dire che “chi trova un amico trova un tesoro“, un po’ per la preziosità della persona e un po’ per la rarità di bellezza nel prossimo. Ma questo è un mio pensiero che fa capo al pessimismo cosmico leopardiano.

laura callaghan

Oggi continuo a considerare queste poche persone come fidate, alleate, sicure. Persone alle quali racconto tutto, alle quali invio messaggi nel cuore della notte e scrivo bigliettini strappalacrime per Natale e compleanno.

Ma ogni amica che si rispetti ha un problema (anche più di uno): ha impegni e orari incompatibili con i nostri. La palestra, il fidanzato, il lavoro e le cene varie fanno a cazzotti con il calendario e cercano di rivendicare la loro importanza. C’è chi si è creato un Calendar condiviso per cercare “spazi” free in comune. C’è chi si riserva la domenica sera libera per un aperitivo. Questi sono i casi virtuosi di amiche che riescono a vedersi spesso. Ovviamente la mia storia è ben diversa.

marta mancini

La mia esperienza mi insegna che dal “quando ci vediamo?” all’appuntamento stesso trascorrono almeno 23 giorni. Esempio: “Ragazze ho bisogno di parlarvi sono in crisi, vediamoci appena potete”. Risposta: “Ok, ti può andare bene il 5 gennaio 2019? Dovrebbe essere un sabato così dopo ci andiamo a sbronzare”.

Non puoi far altro che confermare la prima data disponibile. Ma quando il giorno arriva, capisci che l’attesa non può competere con quella serata di serenità, risate e gossip. Sembra che il tempo scorra lieve e che il cuore abbia appena preso una dose di morfina.

L’amicizia ci salverà.

L’amicizia ci sta già salvando.

Lunatica, creativa, nativa digitale. Tra un caffè e l’altro mi occupo di web e turismo, sempre con una bella colonna sonora di sottofondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.